<-- -->

GLI ANIMALISTI RACCONTANO .....



   Passione per gli animali "Mucche in primis"

   C'era una volta

   Dedicata alla piccola Coco

   Versi dedicati ad un amico

   Storia di Lady

   Storia di un fedele amico a quattro zampe



Passione per gli animali "Mucche in primis"

intervistadavide


Torna a inizio pagina




C'era una volta

C'era una volta un piccolo gattino, abbandonato dalla propria mamma perché cieco. gattino

La mamma gli voleva ovviamente bene come al fratellino ma in natura ahimè se non sei abbastanza forte da sopravvivere "vieni messo da parte" (succede anche per altre specie animali).
Il piccolo gattino dormiva privo di forze tra due macchine posteggiate troppo vicino al passaggio delle auto in carreggiata quindi avevo paura che qualcuno non lo potesse vedere e lo schiacciasse.
Quindi decisi di aprire una scatoletta e pian piano di imboccarlo per fargli recuperare un po di energia.. gattino

Così fu e poco dopo riuscii anche a spingerlo sopra il marciapiede lontano dalle auto. Ma sapevo bene che questo non sarebbe bastato..
Per fortuna vidi in lontananza la madre con il fratellino e speravo che lo riaccogliesse in famiglia..
Quindi guardai la mamma e le dissi: "non fare la fifona, vai da tuo figlio e coccolalo, non merita di essere abbandonato anche se non sano".

Magicamente o per puro caso ma io spero la prima ipotesi ?? la mamma gatta decise di andare dal figlioletto cieco a leccarselo senza allontanarsi più. gattino

Morale della favola/storia vera: ognuno di noi può fare tanto per i randagini e se non abbiamo la possibilità di prendercene cura a casa, possiamo incentivare tantissimo le adozioni di quartiere. Sono esseri viventi, non importa se li ami o non ti piacciono. Bisogna rispettarli e se li vediamo in difficoltà vanno aiutati così come faremmo con una persona bisognosa di attenzioni o 'invisibile'




Torna a inizio pagina




Dedicata alla piccola Coco

 

Vieni,

MieleOmbraDiNeve,

ti tocco.

Mi offri il viso

come una resa,

gelosa dei miei occhi

sulla pagina tesa.

Poi guardi fuori

la strada già nera,

cercandovi il senso

di una vita intera.

                       ANDREA GIARDINA



Torna a inizio pagina




Versi dedicati ad un amico

TI PIANGERO’

Amico a quattro zampe

Nei tuoi occhi

Vedo lampi di gioia spesso alternati

A qualche ombra di malinconia

Nel tuo abbaiare

Cerco di capire

Ciò che vorresti dire

E ti comprendo quasi sempre, sai,

Come tu mi capisci e mi vuoi bene. 

Se Dio però ti ha tolto la parola

Ti ha dato per compenso il grande dono

L’unico e immenso della fedeltà.

Troppo brevi i tuoi anni

Rispetto ai miei, ma li viviamo intensi

con l’amore di chi sa di trovare

nello sguardo dell’altro comprensione

quella che forse può chiamarsi amore.

Se tu dovessi andartene

In quel cammino ignoto

Forse sospeso tra la terra e il cielo

Molto prima di me

Sappi che io

Anche se metterò su questo viso

La maschera di chi vuol fare il duro

Per nascondere agli altri il mio dolore

Ti piangerò puoi esserne sicuro.

                       LUCIANO SOMMA



Torna a inizio pagina




Storia di Lady

Lady è una cagnetta di 11 anni che è ancora dotata di tanta vivacità, ma soprattutto di una sensibilità quasi umana.
Essa spesso ci stupisce per la sua intelligenza, ma anche per le festosissime accoglienze che riserva alle persone che frequentano la casa in cui essa vive e della quale è tuttavia una vigile custode.
La sua vita è stata un susseguirsi di gioie e di dolori. Il primo mese di vita è rimasta orfana di madre, morta stritolata dalle ruote di un treno in località Brancaccio.
Allevata col biberon, è cresciuta tuttavia sana e forte, vivace, ma un pò paurosa, però con una gran voglia di vivere e di partecipare alla vita dell'uomo.
Non siamo stati noi a sceglierla tra la cucciolata degli orfanelli (tre maschi e una femmina) ma è stata lei a sceglierci, aggrappandosi alle nostre gambe, dimostrando un grandissimo bisogno di amare e di essere amata.
Entrata a far parte della nostra famiglia composta da tre sorelle, di cui una gravemente ammalata, con nostra grande sorpresa ha riservato la sua assoluta predilezione per quella fragile creatura giacente in un grande letto.
Per cinque anni essa ha dedicato a lei e solo a lei, abbracci, moine, capriole sul gran lettone, facendole dimenticare il suo male, anzi facendola sempre divertire e ridere a crepapelle, ma un brutto giorno il gran letto rimane vuoto.
Lady cerca la sua cara amica per tutta la casa e quando la trova in una stanza, tra lampadine e fiori,foto della cagnetta Lady dentro una bara, si alza poggiando le zampe anteriori sull'orlo di quello strano letto, guardando quel viso senza sorriso e senza luce negli occhi e se ne và mogia mogia e certamente consapevole di avere ricevuto una grande perdita.
Ma c'è un altro giorno che non possiamo più dimenticare e che ci ha reso fortemente riconoscenti verso di lei. Durante la malattia di nostra sorella, mentre noi due eravamo per breve tempo uscite da casa, due ladri hanno forzato la serratura e sono entrati tranquillamente senza alcuna esitazione, ma all'improvviso, udito il grido di nostra sorella, con un impeto e una grinta feroce Lady si lancia contro quegli sconosciuti che per paura di essere azzannati fuggono immediatamente.
Tutto il vicinato ha seguito la vicenda della fuga e la scalata dei muri del giardino da parte dei due malviventi. Cara Lady noi ci chiediamo spesso:"Ma esiste al mondo un essere umano che sappia amare come te in maniera altrettanto disinteressata?".

Torna a inizio pagina




Storia di un fedele amico a quattro zampe

foto del presidente dell'associazione amici animali palermo e rottweiler abbandonatoMi riconosci.....sono il tuo migliore amico, ti sembrerà strano “ma è proprio vero”, non    ti ho dimenticato, per giorni ti ho aspettato, proprio dove tu mi hai lasciato, in  mezzo al traffico in quella stradella molto stretta , vicino l’Istituto Zootecnico ,  legandomi con una grossa fune, che io ho spezzato, non per cercare cibo, non ne avevo proprio voglia, … credimi,  ma per evitare   di penalizzare involontariamente qualche automobilista che, in considerazione del  continuo  traffico e del mio colore nero, potesse farmi dimenticare per sempre questa brutta esperienza .
Il giorno dopo che mi hai abbandonato, sono rimasto sotto la pioggia, mentre tu stavi  a casa, e non ti sei minimamente preoccupato di controllare se ero ancora sul posto, segno  evidente che non hai avuto nessun ripensamento A questo punto, mi viene spontaneo chiederti :  

chi e’ il bastardo tra noi due? 
Io che non riesco a dimenticarti, oppure tu che
mi hai abbandonato

In breve tempo, mi sono visto circondato da tante persone che si avvicinavano per  curiosità , altri per aiutarmi, ma io avevo paura, digrignavo i denti……
Ricordo che si è fermata una campagnola: nell’aria c’era un odore di cani e di tanti animali, odori diversi, ma di amici miei, a due e quattro zampe. Allora sentii di stare meglio. Ho visto scendere un signore che, con fare affettuoso, ha cercato di rassicurarmi…..c’è riuscito,  mi ha invitato a mangiare, - cosa che non ho accettato – fra carezze  ed incoraggiamenti, mi ha invitato a salire  sul mezzo, ma io ero tentennante, allora Lui con una mossa diabolica, ha preso il mio guinzaglio , trascinandolo all’interno del mezzo, ed è così che mi ha convinto, perché, credimi…. non riesco a staccarmi dal guinzaglio, sento i tuoi odori, gli odori  di chi mi ha abbandonato
Comunque ho fatto bene a fidarmi, mi ha portato in un posto bellissimo, con altri cani e gatti, ci sono anche delle caprette, un cavallo, galline, papere, maialino, conigli, ed altro….che pianeta d’animali.
Mentre ero affascinato  e commosso da tanta amicizia, ho alzato lo sguardo ed ho visto alcuni cartelli con scritto:

Associazione Amici degli Animali - Città di Palermo
Amare gli animali è una scelta, rispettarli è un obbligo
  Adottare o aiutare un bambino è giusto, adottare o aiutare un animale non è sbagliato
ed ancora
          Tutti gli animali nascono uguali, davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza

Qui tutti gli animali vivono tranquilli e in ottima salute sino alla morte
Dimenticavo di dirti una cosa, curiosa: qui si ascolta anche la musica, mi trovo abbastanza bene, mi sono affezionato a quel signore che è riuscito a farmi superare  quanto avvenuto,  però comprendo benissimo  che Lui, in quanto responsabile dell’Associazione non può ospitarmi per sempre, perché deve aiutare altri miei simili in difficoltà, ma stai certo che non farà mai quello che hai fatto tu, non mi abbandonerà mai, sino a quando non troverà un buon padrone di razza che possa offrirmi una casa ed un po’ di calore umano

ti offro ancora una possibilita’

L’uomo, può attraversare momenti difficili, lasciarsi trasportare da decisione affrettate , qualvolta motivate, altre non giustificate, ma può avere dei ripensamenti, che lo facciano vivere bene con se stesso.

provaci, vieni a riprendermi

telefona anche in anonimato al 333 1114749

il tuo fedele amico a quattro zampe

 

Torna a inizio pagina